PROTAGONISTA LA LETTERATURA CON IL RADUNO IN BIBLIOTECA DEI GRUPPI DI LETTURA

FEDERICA GISONNA

CHIARI WEEK - Estratto da pagina 5

L'appuntamento, il secondo in città, è stato organizzato da Alice Raffaele Protagonista la letteratura con il raduno in biblioteca dei Gruppi di Lettura I protagonisti al lavoro e l'organizzatrice e referente del Gal di Chiari, Alice Raffaele CHIARI (gfd) Non «solo» corsa e buon cibo. Al Palio delle Quadre è stato protagonista anche il libro. Nel pomeriggio di sabato si è infatti svolto il secondo raduno dei Gruppi di Lettura delle province di Brescia, Bergamo e, da quest'anno, anche di Cremona. Nonostante altri appuntamenti letterari fìssati per lo stesso giorno e il fatto che alcuni non abbiano ancora ripreso le attività dopo la pausa estiva, sono stati ben una ventina i gruppi di lettura che hanno aderito all'iniziativa organizzata da Alice Raffaele, referente del GdL, e dalla biblioteca Fausto Sabeo. A differenza del primo evento, tenutosi nel corso della Microeditoria di novembre, si sono saltate le presentazioni dei vari gruppi e si è passati subito all'opera: nella prima parte dell'incontro si è discusso il saggio «Una stanza tutta per sé» di Virginia Woolf, adottando il metodo del "World Café". I presenti sono stati distribuiti in una decina di tavoli, guidati da alcuni "hosttable" (o capitavola) scelti tra i partecipanti stessi - ha spiegato la Raffaele - Ogni trenta minuti è stata proposta una citazione del saggio come spunto di discussione, al termine dei quali tutti (tranne gli host table) dovevano alzarsi e risedersi su tavoli diversi. Su ogni tavolo era presente un cartellone da riempire di testi, immagini, post-it, citazioni, suggerimenti o qualsiasi cosa i partecipanti sentissero di annotare». Nella seconda parte invece, gli host table si sono separati dagli altri per potersi confrontare e riassumere quanto emerso, mentre gli altri si sono divertiti a elencare un «alfabeto di consigli letterari», raccogliendo titoli e autori di cui consigliare caldamente la lettura. Per concludere sono poi stati presentati alla platea i risultati delle discussioni. Nel corso dell'evento si è parlato dei ruoli della donna, dell'uomo e della so- cietà stessa; del tempo libero a disposizione dei due sessi; di come arrivare ad avere pari diritti non voglia dire diventare uguali nei modi e nelle azioni; della creatività che cresce e fiorisce grazie all'istruzione. I riferimenti sono spaziati dal libro stesso all'attualità, dalla cultura alla politica, dagli aneddoti personali a fatti obiettivi e scientifici. A partire dai cartelloni realizzati e dalle schede di valutazione del libro e del raduno, sarà poi redatto un report riassuntivo di tutta l'esperienza, che verrà pubblicato sul sito della Rete Bibliotecaria Bresciana e Cremonese. All'evento sono intervenuti per un saluto anche Fabio Bazzoli, direttore della biblioteca e del Sistema bibliotecario Sud Ovest Bresciano e gli assessori Emanuele Arri-ghetti e Chiara Facchetti. Il prossimo raduno probabilmente si terrà nell'autunno 2020. Federica Gisonna